Sito Poste Italiane non funziona: non è il solo, cosa sta accadendo

-

Questa mattina molti siti non funzionano, risultano inaccessibili con codici di errore da tutta l’Italia. È un problema diffuso, un malfunzionamento che si sta riscontrando su molti “colossi” del web e che sta rendendo difficili le operazioni.

No, non è un problema legato alla connessione ma un deficit che è stato riscontrato e che è in corso di risoluzione. Si tratta di un problema più ampio e generale che sta interessando diverse questioni. Al momento sono ancora in corso gli aggiornamenti ma dovrebbe essere risolto in giornata.

sito poste
sito poste

Il disservizio si mostra a tutti gli utenti come “500 Internal Server Error” e quindi di fatto rende inaccessibile la postazione con un deficit che non permette di accedere. Tra questi, va segnalato il malfunzionamento del sito di Poste Italiane, da cui sono partite tantissime segnalazioni.

Siti non funzionano: il down di Poste Italiane

I siti non funzionano poiché, come è stato riferito dalle fonti direttamente chiamate in causa, c’è un problema al sito Cloudflare o meglio alla sua struttura. Le risorse, essendo allocate mediante questo sistema, sono di fatto non utilizzabili al momento.

Cloudflare
Cloudflare

Non c’è da preoccuparsi e purtroppo non resta che aspettare, non ci sono molte soluzioni. Sarà infatti Cloudflare a ripristinare il servizio e permettere agli utenti di tornare nuovamente online. I tecnici hanno fatto sapere che sono già al lavoro per ripristinare il danno e quindi consentire a tutto il web di tornare a navigare senza problemi.

Cos’è Cloudflare? Si tratta di una società americana che lavora per la sicurezza Internet e, in modo particolare, offre dei servizi di DNS ovvero si trova a metà strada tra coloro che navigano sul web e gli hosting provider che ospitano i siti web. L’obiettivo quindi è essere un punto di incontro per migliorare le connessioni, renderle più sicure e anche agevolare la navigazione per questioni di efficienza.

Un problema di grossa portata che sta interessando realtà molto diverse. Dopotutto il 15.5% dei siti web di tutto il mondo utilizza questo servizio e tra questi ci sono veri e propri colossi a livello globale come Uber ma anche tantissimi siti internet italiani.

Cloudflare
Cloudflare

Una volta che saranno ripristinate le condizioni i siti internet torneranno fruibili, quindi niente paura, bisogna semplicemente aspettare. Non si tratta di un attacco informatico ma solo di un malfunzionamento, quindi non avrà alcuna ripercussione sui servizi personali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli consigliati

Festival Internazionale del ‘700 musicale napoletano: XXII edizione

0
“La scuola napoletana” è il tema della XXII edizione del Festival ricco di ospiti: da Emilia Zamuner al Premio Paganini Giuseppe Gibboni, dal soprano Sangwon...