Consigliere si collega sdraiato dal divano, cuscino e sigaretta

-

L’Assemblea capitolina si è riunita per parlare del quadro pandemico e lo ha fatto da remoto vista la situazione contagi. Ogni consigliere si è quindi collegato dall’ufficio o da casa. Tutti ordinati, in giacca e cravatta. Alcuni però hanno scelto una presentazione più casual, qualcuno però ha interpretato questa cosa veramente male.

Consigliere si collega sdraiato dal divano, cuscino e sigaretta

Alessandro Luparelli di Sinistra Civica Ecologista si è collegato sdraiato sul divano, con sigaretta alla mano e cuscino dietro la testa. Una scena che nessuno vorrebbe vedere tra le rappresentanze politiche.

«Ma sono più dieci ore che siamo collegati» – prova a giustificarsi Luparelli. E poi aggiunge: «Non è che stavo su una cosa comodissima, mica stavo a dormì… Ora sono in Consiglio, non posso parlare. Stiamo andando ad oltranza». I consiglieri comunali lavoravano alla bozza che dovrebbe, tra le altre cose, aumentare il loro stipendio in maniera sensibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli consigliati

Festival Internazionale del ‘700 musicale napoletano: XXII edizione

0
“La scuola napoletana” è il tema della XXII edizione del Festival ricco di ospiti: da Emilia Zamuner al Premio Paganini Giuseppe Gibboni, dal soprano Sangwon...